Ultima modifica: 15 Maggio 2020
Istituto di Istruzione Superiore Einaudi > In primo piano > Florence Nightingale nell’era del Covid-19.

Florence Nightingale nell’era del Covid-19.

La didattica a distanza continua a produrre buoni frutti tra gli studenti del nostro Istituto.

La didattica a distanza continua a produrre buoni frutti tra gli studenti del nostro Istituto. Lo dimostra la conferenza online, via Google Meet, realizzata dagli allievi della classe II A T per celebrare sia i 200 anni dalla nascita di Florence Nightingale, che la Settimana Internazionale degli Infermieri 2020. Il meeting è stato il risultato finale di un’Unità di Apprendimento in lingua Inglese condotta dalla prof.ssa Paola Iorio nell’ambito del Progetto POF “INTERCULTURA”, che ha visto la collaborazione della prof.ssa Milena Pirulli, per una fattiva inclusione di diversi alunni DSA o con disabilità.

 Florence Nightingale rimane ancora oggi la pioniera dell’infermieristica moderna, soprattutto oggi che il mondo si è fermato per una pandemia dovuta al Coronavirus. Florence Nightingale fu la prima, infatti, ad occuparsi del rischio infettivo in ambito sanitario, a rendersi conto che la maggior parte dei soldati assistiti in Crimea non morivano per le ferite riportate in guerra, ma a causa delle infezioni per sovrafollamento delle strutture e per le scarse condizioni igieniche.

“Apprensione, incertezza, attesa, aspettative, paura della novità, fanno ad un paziente più male di ogni fatica.”    Questo scriveva Florence in “Notes on nursing” decenni e decenni fa. Eppure sembra proprio ciò che la categoria degli infermieri  ha attraversato in questi ultimi due mesi. Stamattina l’ha confermato anche una ex alunna dell’indirizzo Grafico, Simona Di Tuccio, ora frequentante il corso di Infermieristica a Mantova, che ha preso parte al meeting. La sua testimonianza è stata importante per rendere ancora più attuale il tema dell’emergenza e  della figura dell’infermiere in ambito ospedaliero.

Florence Nightingale affermava che “L’assistenza infermieristica è un’arte; e se deve essere realizzata come un’arte, richiede una devozione totale ed una dura preparazione, come per qualunque opera di un pittore o scultore; con la differenza che non si ha a che fare con una tela o un gelido marmo, ma con il corpo umano, il tempio dello spirito di Dio” . Ebbene, questa citazione ha spronato gli alunni del Corso Grafico ad interpretare artisticamente la figura dell’infermiere di ieri e di oggi, a ripensare alle cose importanti nella vita, a vivere in modo più consapevole e solidale.  Gli alunni hanno quindi presentato 2 powerpoint in Inglese su Florence Nightingale e sul Museo londinese a lei dedicato, delle mascherine chirurgiche in stile, dei collage fotografici e dei ritratti fatti a mano.

L’incontro online si è concluso con il sorriso sul volto di tutti i partecipanti, con la soddisfazione di aver studiato in modo diverso e creativo l’Inglese, con la certezza che è anche bello fare scuola così, distanti ma uniti, con determinazione, creatività e senso di iniziativa.

Di seguito il link al video realizzato durante il meeting online:

https://youtu.be/eYonmmV5J4E

 

F. Nightingale PIETRADURA

Florence Nightingale Museum Ruberto

 




Utilizzando il sito, si accetta l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi