Ultima modifica: 15 Maggio 2020
Istituto di Istruzione Superiore Einaudi > Circolari > Aspetti procedurali relativi all’adozione dei libri di testo per l’a.s. 2020/2021.

Aspetti procedurali relativi all’adozione dei libri di testo per l’a.s. 2020/2021.

Si invita ad una attenta lettura (n. 269)

Circ. n. 269                                                                                                                                                                                                                               Foggia, 12 maggio 2020

 

Ai sigg. Docenti

Alla segreteria Didattica

Al D.S.G.A.

 

OGGETTO: Aspetti procedurali relativi all’adozione dei libri di testo per l’a.s. 2020/2021.

L’art. 2 del D.L. 8 APRILE 2020 – Misure urgenti per l’ordinato avvio dell’anno scolastico 2020/2021 prevede che, al verificarsi del mancato rientro al 18 maggio, siano adottate, anche in deroga alle disposizioni vigenti, misure volte alla conferma per l’anno scolastico 2020/2021, dei libri di testo adottati per il corrente anno scolastico, in deroga a quanto previsto agli articoli 151, comma 1, e 188, comma  1,  del decreto legislativo 16 aprile 1994, n.297.

Pertanto per l’a. s. 2020/2021 si dovranno confermare i testi a scorrimento e adottare nuovi testi  solo nel caso in cui quelli attuali non siano più in pubblicazione e che quindi si debba necessariamente e senza altra possibilità, sostituire i testi in uso, oppure nel caso di nuove discipline.

Poiche in sostanza si tratta di confermare i testi in uso, sarà cura di ogni docente controllare i libri di testo adottati per il corrente a.s. 2019/2020 in ciascuna delle proprie classi.

I libri attualmente in adozione sono consultabili su sito della scuola, nella sezione SEGRETERIA.

Inoltre, sul sito dell’AIE (http://www.adozioniaie.it/ricerca.html) è possibile anche verificare il corretto codice ISBN e che il testio non sia FUORI CATALOGO. L’accesso al sito non prevede utilizzo di password.

In conclusione si dovrà rispettare la seguente procedura di adozione per l’a.s. 2020/2021:

  • I consigli di classe (allargati alla componente denitori e studenti) procederanno alla formale delibera dei testi in uso (e di quelli eccezionalmente sostituiti come sopra descritto). Il coordinatore di classe provvederà ad allegare al verbale il Modello di adozione 3, riepilogativo di tutti i testi proposti per la classe.
  • Il Collegio dei Docenti assumerà la delibera formale di adozione.
  • Le nuove classi saranno gestite dai consigli della classe precedente.

Per scaricare il Modello di adozione 3, CLICCA QUI (nel modello aggiornare l’anno in corso)

 

                  IL DIRIGENTE SCOLASTICO
                     (ing. Michele Gramazio)

Firma autografa omessa ai sensi dell’art. 3 del D. Lgs. n. 39/1993

 

 

 ASPETTI NORMATIVI

ASPETTI NORMATIVI

Sviluppo della cultura digitale (art. 6, c. 2 quater, legge n. 128/2013)

Viene promossa la diffusione della cultura digitale e dell’alfabetizzazione informatica, mediante la definizione di nuove tipologie di testi scolastici che tengano conto dell’uso delle risorse digitali.

Scelta dei testi scolastici (art. 6, comma 1, legge n. 128/2013)

Il Collegio dei Docenti potrà adottare, a seguito di formale delibera, i libri di testo o gli strumenti alternativi, coerentemente con il P.O.F., l’ordinamento scolastico e la classe in questione.

Realizzazione diretta di materiale didattico digitale (art. 6, c. 1, legge n. 128/2013)

  • “..nel termine di un triennio, a decorrere dall’anno scolastico 2014-2015, gli istituti scolastici possono elaborare il materiale didattico digitale per speciche discipline da utilizzare come libri di testo e strumenti didattici per la disciplina di riferimento; l’elaborazione di ogni prodotto è afdata ad un docente supervisore che garantisce, anche avvalendosi di altri docenti, la qualità dell’opera sotto il prolo scientico e didattico, in collaborazione con gli studenti delle proprie classi in orario curriculare nel corso dell’anno scolastico. L’opera didattica è registrata con licenza che consenta la condivisione e la distribuzione gratuite e successivamente inviata, entro la ne dell’anno scolastico, al Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca e resa disponibile a tutte le scuole statali, anche adoperando piattaforme digitali già preesistenti prodotte da reti nazionali di istituti scolastici e nel/‘ambito di progetti pilota del Piano Nazionale Scuola Digitale del Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca per l’azione Editoria Digitale Scolastica“.
  • La realizzazione di materiale didattico digitale da parte delle scuole è comunque subordinato alla definizione di apposite linee guida.

Abolizione vincolo pluriennale di adozione (art. 11, legge n. 221/2012)

  • Il vincolo temporale di adozione dei testi scolastici (5 anni per la scuola primaria e 6 anni per la scuola secondaria di primo e di secondo grado) nonché il vincolo quinquennale di immodificabilità dei contenuti dei testi sono abrogati a decorrere dalle adozioni per l’anno scolastico 2014/2015.
  • I collegi dei docenti possono confermare i testi scolastici già in uso, ovvero procedere a nuove adozioni per le classi prime e terze e, per le sole specifiche discipline in esse previste, per le classi quinte della scuola secondaria di secondo grado.
  • In caso di nuove adozioni, i collegi dei docenti adottano libri nelle versioni digitali o miste, previste nell’allegato al decreto ministeriale n.781/2013 (versione cartacea accompagnata da contenuti digitali integrativi; versione cartacea e digitale accompagnata da contenuti digitali integrativi; versione digitale accompagnata da contenuti digitali integrativi).

Testi consigliati (art. 6, comma 2, legge n. 128/2013)

  • I testi consigliati possono essere indicati dal collegio dei docenti solo nel caso in cui rivestano carattere monografico o di approfondimento delle discipline di riferimento, i libri di testo non rientrano tra i testi consigliati.
  • Rientra, invece, tra i testi consigliati l’eventuale adozione di singoli contenuti digitali integrativi ovvero la loro adozione in forma disgiunta dal libro di testo.

 

 

Riduzione tetti di spesa scuola secondaria (DM n. 781/2013)

  • i tetti di spesa che saranno definiti con apposito decreto ministeriale, sono ridotti del 10% solo se nella classe considerata tutti i testi sono stati adottati per la prima volta a partire dall’anno scolastico 2014/2015 e realizzati nella versione cartacea e digitale accompagnata da contenuti digitali integrativi.
  • i tetti di spesa sono ridotti del 30% solo se nella classe considerata tutti i testi sono stati adottati per la prima volta dall’anno scolastico 2014/2015 e realizzati nella versione digitale accompagnata da contenuti digitali integrativivi.
  • I tetti di spesa al momento conosciuti sono quelli dello scorso anno e, in attesa di precise ulteriori disposizioni, sono quelli indicati dal D.M. 43 del 2012, e cioè i seguenti:
Indirizzo I II III IV V
Tecnico Grafico 320 223 310 253 221
Servizi per l’Agricoltura e lo sviluppo rurale 274 163 206 186 144
Servizi Socio Sanitari 254 147 203 186 124
Servizi Commerciali 254 162 226 186 134
Servizi Enogastronomia e Ospitalità Alberghiera 299 162 198 221 134

 

Termini per le adozioni

  • Le adozioni dei testi scolastici devono essere deliberate dal collegio dei docenti nella seconda decade di maggio.La delibera stessa è soggetta, per le istituzioni scolastiche statali e limitatamente alla verifica del rispetto del tetto di spesa, al controllo successivo di regolarità amministrativa e contabile, ai sensi dell’art. 11 del decreto legislativo n. 123/2011.

Divieti e limitazioni.

  • E’ vietato imporre agli allievi l’acquisto di libri di testo non deliberati dal Collegio dei Docenti.
  • E’ vietata la riproduzione fotostatica di copie tratte da libri di testo sia nella loro interezza che per parti limitate essendo i libri stessi coperti da copyright. Appare inopportuno, in sostituzione del libro di testo adottato, suggerire agli studenti la fotocopiatura collettiva degli appunti del docente. I docenti che a qualsiasi titolo assumono servizio nella scuola nell’anno immediatamente successivo alla data della delibera succitata sono obbligati ad utilizzare i testi adottati dal Collegio dei Docenti.
  • L’adozione dei libri di testo non può in alcun modo essere condizionata da “eventuali attribuzioni gratuite in qualunque forma, a favore dei docenti o dell’istituzione scolastica”.




Utilizzando il sito, si accetta l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi